Indicizzazione Google

L’indicizzazione di un sito web su Google può sembrare un’attività abbastanza passiva: si scrivono i contenuti, si ottimizzano per la SEO e si aspetta che “la magia avvenga”.
Purtroppo non è sempre così. In questo post, descriverò alcune soluzioni che puoi adottare per avere un approccio più proattivo per migliorare la tua visibilità online.

Indicizzazione Google

Il processo di indicizzazione Google è molto efficace, ma non perfetto.
Visto che non puoi raggiungere i tuoi obiettivi di marketing se le pagine non sono indicizzate, l’indicizzazione Google non è qualcosa che puoi lasciare al caso.
Per fortuna ci sono diversi strumenti che è possibile usare affinché  Google indicizzi rapidamente le pagine.
Ma prima, facciamo un passo indietro e spieghiamo in sintesi cos’è l’indicizzazione Google e perché ha un ruolo così importante nel web marketing.

Indicizzazione Google: cos’è?

Un indice web è un database di informazioni su internet (leggi anche: Indicizzazione e Posizionamento: Due Facce Della Stessa Medaglia).

I motori di ricerca utilizzano questi database per memorizzare miliardi di pagine. Quando si utilizza un motore di ricerca, quindi, non si sta cercando tutto ciò che esiste su internet ma solo che ciò che è stato memorizzato.

I robot o “spider” scorrono nuove pagine online e le memorizzano in un indice in base ai loro argomenti, rilevanza, autorità e altro ancora.

Come fa Google a indicizzare i siti internet?

Per creare questo database di informazioni, Google utilizza gli spider.
Questi software “eseguono la scansione” da un sito all’altro, seguendo i collegamenti per trovare i contenuti.
Quando un utente esegue una ricerca, l’algoritmo di Google ordina le pagine più pertinenti del suo enorme database.

Perché è importante indicizzare un sito web rapidamente?

Dato che gli spider di Google sono costantemente alla ricerca di informazioni, potresti chiederti perché hai bisogno di fare del lavoro extra per aiutarli.
Se stanno perlustrando il web alla ricerca di pagine, prima o poi troveranno il tuo sito (starai pensando).
Questo è vero, ma non sempre tutto ciò avviene in modo rapido.
Un nuovo sito non viene sottoposto a scansione di frequente e potrebbero volerci diverse settimane.
Prima vengono indicizzate le pagine, prima possono iniziare a competere e a occupare i primi posti nei risultati di ricerca.
Un buon posizionamento, infatti, non avviene da un giorno all’altro e Google tende a favorire i contenuti consolidati.
Oltre a questo, ci sono alcuni passaggi che puoi fare per assicurarti che i tuoi contenuti vengano indicizzati nel modo più rapido ed efficiente possibile.

Strumenti per l’indicizzazione Google

Ottenere un sito correttamente indicizzato potrebbe sembrare complicato.
Ci sono però alcuni strumenti molto utili per semplificare questo processo: Search Console di Google, Yoast SEO e Screaming Frog.

Google Search Console (precedentemente noto come Strumenti per i Webmaster di Google) è uno strumento gratuito che ti aiuta a monitorare la presenza del tuo sito nei risultati dell’indice della ricerca di Google. Puoi utilizzarlo per inviare nuovi contenuti, monitorare e risolvere eventuali problemi, assicurarti che Google possa accedere alle tue pagine.

Google Search Console è uno degli strumenti SEO più preziosi ed è completamente gratuito.
Se non hai ancora un account, vai su Google Search Console e accedi con il tuo account Google.
Una volta creato un account, fai clic sul pulsante “Aggiungi una proprietà” e digita il nome del tuo dominio.
Dopo averlo fatto, verrai indirizzato a una pagina con le istruzioni per verificare la proprietà del sito.
Ci sono molti modi per verificare la proprietà, puoi scegliere quello più adatto a te e alle tue conoscenze.
Una volta completato questo passaggio, puoi accedere ai dati di Search Console e familiarizzare con le funzionalità di base di questo potentissimo strumento.

Yoast è un plugin gratuito per aiutarti a indicizzare il tuo sito sviluppato con il CMS WordPress. Yoast è uno dei migliori strumenti che puoi usare per migliorare la tua presenza in rete. Puoi modificare massivamente titoli e descrizioni degli articoli, configurare la tua sitemap, monitorare le pagine non trovate e avere molti suggerimenti per scrivere contenuti ottimizzati.

Screaming Frog è un altro strumento utile per la SEO. Cerca e segnala i problemi del tuo sito web, trova i reindirizzamenti non validi, le pagine duplicate e i metadati mancanti, errori del server e dei link.
Monitora  i link interni ed esterni, il loro stato e la loro sicurezza e tempi di risposta delle pagine. Questo strumento è progettato per essere SEO friendly e segue lo standard AJAX di Google per il web crawling.
Nella sua versione Lite, Screaming Frog è scaricabile e utilizzabile gratuitamente.

Come vedere se un sito è stato indicizzato su Google

Per vedere se un sito è indicizzato su Google puoi utilizzare il comando site:tuodominio.com nel campo di ricerca di Google.
Inviando questo comando riceverai come risultato tutte le pagine del tuo dominio che sono state inserite nell’indice.

Rimuovere un URL da Google

Se desideri rimuovere temporaneamente un URL di tua proprietà dai risultati di ricerca, puoi farlo utilizzando la funzione di rimozione degli url di Google che trovi sempre nella Search Console.

Bene, ti ho parlato dell’indicizzazione Google.
Se vuoi una consulenza per il posizionamento su Google del tuo sito web, contattami.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *