Pay Per Click

Il pay per click e le campagne a pagamento vengono spesso considerate a se stante rispetto alle attività SEO e al content marketing in generale.
In realtà entrambe le strategie servono al posizionamento sui motori di ricerca e sono da considerarsi quasi complementari.
Ma cos’è e come funziona questo modello di internet marketing? E come si coniuga con la SEO?

 

Pay per click: cos’è?

Di sicuro ti sarai trovato a osservare alcune riquadri in evidenza (talvolta colorati) sulle pagine dei risultati dei principali motori di ricerca.

Alcuni portali (come Ask e AOL) non separano chiaramente gli annunci dai normali risultati di ricerca;
altri, invece, hanno ampie reti e possibilità di contestualizzazione.

La pubblicità pay per click (PPC) è per definizione un modello di internet marketing in cui chi inserisce gli annunci (inserzionista) paga una commissione ogni volta che un utente clicca su un suo annuncio e viene indirizzato su una pagina del suo sito. L’importo richiesto all’inserzionista (commissione) viene chiamato CPC (Cost Per Click).
Il vantaggio di realizzare una campagna pay per click è rappresentato dal fatto che l’inserzionista paga solo il traffico effettivamente generato dagli annunci.

Pay per click: come funziona?

Lo scopo del PPC è relativamente semplice: viene spesso utilizzato nelle prime fasi del processo di marketing per aiutare i visitatori del sito web prima che il traffico organico possa svolgere il suo ruolo.

Il pay per click è una forma di outbound marketing  ma con elementi nuovi e innovativi dovuti alla targeting.

Il marketing inbound è un modo per portare un potenziale acquirente a capire di cosa ha bisogno per risolvere il suo problema. Non è vendita allo stato puro. Il PPC è invece un facilitatore,  un modo per destare curiosità. E se scegli i contenuti migliori, avrai fatto centro!
Marketing outbound e inbound in questo caso si mischiano e supportano a vicenda.

PPC e SEO per ottimizzare le strategie di marketing?

Le parole chiave sono sicuramente l’elemento in comune tra le strategie SEO e il PPC.
Uno specialista SEO ha una certa dimestichezza con la ricerca delle keywords più rilevanti.
Le informazioni raccolte dai SEO specialist possono così essere trasmesse a chi si occupa di PPC per utilizzare queste informazioni nella fase iniziale di segmentazione.
Può esserci uno scambio tra le due figure:  i risultati delle campagne danno qualche elemento al SEO per poter rettificare e ridimensionare le proprie strategie.
Una campagna a pagamento spesso accelera il test sulle parole chiave utilizzate nelle attività SEO.

Pay per click con Google

Google AdWords è il sistema di pubblicità PPC più popolare al mondo. La piattaforma AdWords consente alle aziende di creare annunci visualizzati nel motore di ricerca di Google e su altre piattaforme proprietarie di Google.
AdWords funziona su un modello pay per click, in cui gli utenti fanno offerte su parole chiave e pagano per ogni click sui loro annunci pubblicitari. Ogni volta che viene avviata una ricerca, Google accede a un gruppo di inserzionisti AdWords e sceglie quelli da visualizzare nello spazio pubblicitario nella pagina dei risultati.
L’inserzionista visualizzato è scelto in base a una combinazione di fattori come:

qualità e pertinenza delle parole chiave e campagne pubblicitarie;

dimensione delle offerte per parola chiave.

Il vantaggio principale dell’utilizzo di questo servizio è legato al volume di traffico che Google riesce a fornire. Ogni giorno verranno pubblicati migliaia di potenziali clienti, il che significa che avrai maggiori probabilità di essere visto e notato.

Pay per click con Facebook

Facebook, il più grande social network al mondo, offre la possibilità di indirizzare le persone in base a interessi demografici e geografici. Sfortunatamente la percentuale di click-through è inferiore a quella di un annuncio a pagamento attivato da una query di ricerca su motori.
Tuttavia, il targeting  demografico e geografico disponibile per gli inserzionisti rende Facebook Ads una piattaforma comunque molto valida.

Come impostare una campagna pay per click di successo

Per impostare una campagna PPC di successo è bene creare innanzitutto un elenco di parole chiave efficace. Non meno importante è curare tutti i contenuti: da quelli dell’annuncio a quelli della pagina di destinazione.
Qualche consiglio utile:

Cerca parole chiave rilevanti

Crea più elenchi con parole chiave pertinenti (e strettamente correlate a ciò che vendi) e realizza testi, contenutisticamente validi per i tuoi annunci.
Ma attenzione, la ricerca per parole chiave dovrebbe includere non solo i termini più popolari e più cercati nella tua nicchia, ma anche le long tail (anche dette parole di “coda lunga”). Queste sono meno competitive e quindi meno costose, ma spesso molto efficaci.
Il tuo elenco di parole chiave deve essere continuamente in crescita.

Cura la pagina di destinazione

Crea una landing page con contenuti persuasivi e pertinenti e una chiara “call to action”.

Fai in modo che Google ti attribuisca un elevato punteggio di qualità
Il punteggio di qualità è la valutazione di Google della qualità e pertinenza delle tue parole chiave, pagine di destinazione e campagne PPC. Gli inserzionisti con risultati di qualità migliori ottengono più click sugli annunci a costi inferiori.

Sii costante nella gestione delle campagne

Dopo aver creato le nuove campagne, è necessario gestirle regolarmente per assicurarsi che continuino a essere efficaci.

Ti abbiamo parlato di Pay Per Click e di come sia importante utilizzare questa strategia per aumentare le tue conversioni, associandola alla SEO.

Contattaci, se hai bisogno di una consulenza sulle campagne a pagamento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.